• Antonello Carrino

Investitori? Prua verso l'Immobiliare e Avanti TUTTA!


E' Arrivato il momento di parlare di Investimenti Immobiliari, la risalita del mercato e i suoi VANTAGGI!

Premessa e paragone dei giorni nostri.

L'IMMOBILIARE negli ultimi anni ha avuto un calo sino al -40% in certe zone d'Italia. L'opportunità sta proprio lì! Ha impiegato DIECI anni (2008-2018) per un calo così marcato e che dall'inizio 2017, ha visto invertire la rotta come ogni ciclo economico insegna. Il ritorno dell'interesse sugli immobili è dato dall'aumento delle trasazioni (numero di vendite). E' così in ogni settore ecoomico. Prima ripartono i volumi, cioè le transazioni e poi lievitano i prezzi per la continua richiesta e crescita del mercato specifico. I valori dei prezzi risaliranno nei prossimi 3-5 anni, quando le persone comuni correranno a frotte presso le banche e agenzie per firmare mutui e acquistare le stesse case che adesso non comprano perchè "nn conviene".... "c'è crisi".... "e se continuano a scendere di prezzo"?. Sono le stesse persone che come è SEMPRE avvenuto in passato, le compreranno quando il mercato ripartirà, a prezzi alti daranno loro la sicurezza di aver "investito" nel mdo giusto perchè lo faranno tutti! Tutti tranne gli investitori che saranno i loro venditori e incasseranno la giusta plusvalenza meritata da cotanta lungimiranza. In realtà gli Investitori guadagnano molto prima, con operazioni che si avviano e chiudono nel giro di pochi mesi. Il motivo è tanto semplice quanto reale. Comprano immobili a forte sconto sul mercato libero o tramite opportunità immobiliari NPL (aste, stragiudiziali, crediti). La plusvalenza la ottengono immediatamente, in quanto NON esiste crisi per un immobile rivenduto sotto il prezzo di mercato del momento. L'acquirente finale lo acquisterà perchè trattasi di un immobile ad un prezzo fortemente competitivo rispetto ai tanti e simili presenti sul mercato. Investire adesso sugli immobili è la fase AZZECCATA nella quale si muovono solo in pochi.... gli Investitori. Vista la febbre da BITCOIN di questi ultimi mesi, mi sembra doveroso un paragone che ultimamente mi chiedono spesso prima di affidarsi con consapevolezza agli investimenti immobiliari. La "moda" attuale e le promozioni online che la supportano, fanno credere che con le criptovalute si possono realizzare guadagni facili e addirittura in poche ore. Perchè aspettare mesi con altri business? Vero? Puodarsi! E' altrettanto vero e certo, che la criptovaluta più famosa del momento, per realizzare la stessa PERDITA di valore del -40% che gli immobili hanno avuto in DIECI anni, il BITCOIN ci ha impiegato 2 GIORNI! Generando il trend di ribasso su tutte le altre criptovalute.

Tali sbalzi sono in continuo verificarsi e con picchi che segnano una curva in decremento da far rabbrividire anche i più rinomati trader di borsa. Vedi articolo di qulacuno che di finanza se ne intende (Crollo Bitcoin - Il sole 24 Ore) La fluttuazione dei valori è praticamente controllata dall'EMOTIVITA' del momento e pertanto con nessuna base solida/ciclica/scientifica su cui formulare previsioni e perdite. Praticamente andare al casinò o giocare a lotto o gratta e vinci è la medesima cosa se non hai competenze di trading di alto profilo. I saggi Investitori e finanziari, insegnano che quando senti parlare la nonna, le persone al bar o sull'autobus, in Tv, in piazza (oggi lo è facebook), di investire su un determinato "business" , significa che uscire da quel business è già troppo tardi. Figuriamoci entrarci! Se inoltre, non si hanno le competenze specifiche e il CONTROLLO emotivo e gestionale, allora stai giocando d'azzardo. Se investi 100.000 euro su un immobile hai qualche tonnellata di mattoni, "tangibile", su cui pesare il tuo investimento, oltre che un rogito che ne attesta l'ndiscussa proprietà! Se li investi su Bitcoin, di "tangibile" hai ZERO grammi e di indiscusso hai un Monitor sul quale vedere naufragare i tuoi sogni e risparmi di una vita. Che io sappia, il peso specifico di tutti i bitcoin emessi sin'ora al mondo, sono pari a ZERO. I BIT non pesano! Sono grandezze elettriche ON/OFF, livello 0 e livello1 (per gli addetti ai lavori) che variano il loro stato 0-1 alla velocità di milionesimi di secondo così come la volatilità del suo valore. Moltissime cose che usiamo quotidianamente hanno i BIT alla base: computer, telefonini, calcolatrici, la radio della vostra auto e il tastino del telecomando per aprirla, la TV e i tostapane di ultima generazione. Se puoi controllare i BIT del tuo telefonino o del tuo nuovo tostapane, allora hai buone probabilità di controllare il tuo investimento in Bit-coin o simil criptovalute. Rimane sempre il problema che la "garanzia" del tuo bonifico è solo la disposizione in USCITA! Con l'Immobile, a fronte di un bonifico hai un "indiscusso", contestuale, riconosciuto, tangibile e storico ROGITO che cerifica quello che "concretamente" tocchi con mano, che si chiama casa e di cui hai personalmente il TOTALE CONTROLLO!

Se vuoi proprio avere un'idea "concreta" e "competente" su cosa sono le criptovalute, le potenzialità, i rischi e soprattutto quanto sia affine alle tue conoscenze/competenze finanziarie, ti invito a leggere uno dei tanti articoli di Eugenio Benetazzo: Articolo - Video. Eonomista "indipendente", riconosciuto e ospitato spesso presso le maggiori Tv Italiane, che ho il privilegio di conoscere personalmente e che su un suo libro del 2006 "Duri e Puri", aveva puntualmente previsto e anticipato con dovizia di particolari, la crisi iniziata due anni dopo nel 2008. Intendiamoci! Sono convinto che le Criptovalute siano lo strumento futuro delle transazioni economiche, ma investire sulla "moda" e meccanismi e algoritmi matematici su cui non hai alcun controllo, non è mentalità e saggezza da Investitore. Il Valore generato con business puri e consolidati come gli Immobili, acquisiti in determinate condizioni di mercato, sono ben'altra cosa. Sicuramente stiamo parlando di nuova finanza e approcciare in questi ambiti se non si hanno competenze di trading al "minuto", significa perdere in poche ore, tutti i risparmi conquistati con fatica in un'intera vita privata o professionale. Meglio qualche tonnellata di laterizi sottoforma di casa, a generare Valore per i propri risparmi/investimenti e le esigenze dell'acquirente finale.

Crescono gli investimenti immobiliari in Italia: +0,9% nel 2017

IL mercato immobiliare italiano ha segnato una progressiva ripresa nel 2017. Ad invertire il trend sono proprio coloro che hanno deciso di acquistare un immobile a scopo investimento sia a breve termine (immobili NPL o a sconto nel mercato libero), sia a lungo termine, sfruttando l'inversione del ciclo economico del settore dopo circa 10 anni e acquistando al minimo storico soprattutto sfruttando la leva finanziaria dei Mutui mai stati così bassi nella storia dei finanziamenti. Comprare immobili tramite mutuo (cioè con i soldi delle banche), rivenderli e guadagnare sulla plusvalenza generando un ROI che può arrivare anche oltre il 100%, è sempre stato il gioco preferito degli Investitori degni di tale attributo.

A proposito qualcuno di voi sa indicare quale banca eroga Mutui o Prestiti per acquistare Bitcoin?

Battute a parte, Vediamo qualche dato sull’andamento di questo settore.

Dall’analisi svolta dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, sulla base delle compravendite effettuate attraverso le agenzie affiliate, nel primo semestre del 2017 emerge che il 17,6% degli acquisti è stato concluso da investitori. Rispetto al primo semestre del 2016 gli investimenti sono cresciuti dello 0,9%, passando dal 16,7% al 17,attuale.

Che età hanno gli Investitori Immobiliari?

La maggioranza di chi acquista Immobil ha un’età compresa tra 45 e 54 anni (30,2%). Seguono i soggetti tra 35 e 44 anni (22,0%) e coloro con età tra 55 e 64 anni (21,9%).

Il 74,8% sono coppie e coppie con figli, mentre il 25,2% è single (celibi/nubili, separati, divorziati e vedovi).

A comprare per investimento sono soprattutto imprenditori, liberi professionisti e impiegati che coprono il 76,5% di questo mercato, a seguire i pensionati con il 12,9%.

Le città ambite per gli investimenti immobiliari?

ROMA e MILANO sono le preferite secondo L’indagine “Sentiment del mercato immobiliare” elaborata su base quadrimestrale dal Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Parma in collaborazione con Sorgente Group e Federimmobiliare. Per quanto riguarda il settore alberghiero le più richieste sono Firenze e Venezia. Torino e Bologna invece per quanto riguarda gli affari.

Clicca QUI per l'articolo completo sull'andamento del mercato dal 2007 ad oggi.

E il trend nel resto del mondo?

Come in Italia, anche nel resto del mondo le grandi città tendono ad attrarre il maggior numero di investitori.

Metropoli come New York, Tokyo, Londra, Parigi, Hong Kong, Singapore e Seul , vedono un quarto degli sviluppi immobiliari a livello globale.

In base ai dati di previsione delle ultime analisi, entro il 2030, si prevede che 2 miliardi di persone si saranno trasferite in città.

Ne consegue che entro i prossimi 10 anni, il 70% della popolazione mondiale vivrà nelle città.

E' evidente che gli investimenti immobiliari si concentreranno sempre di più nei grandi centri dove la richiesta di nuovi immobili nei quali vivere e lavorare è in costante crescita.

Se vuoi cogliere anche tu le Opportunità di Investimento Immobiliare su ROMA, la città eterna, di particolare interesse anche per investitori internazionali, contattaci! Siamo felici di proporti operazioni immobiliari ad elevato rendimento (ROI), selezionate da un'accurata due diligence, la garanzia indiscussa della proprietà dell'immobile a tuo nome (non algoritmi matematici), l'ausilio di tecnici e legali specializzati facenti parte della squadra e non ultimo, il costante monitoraggio dell'operazione. Se vuoi rimanere sempre Aggiornato su articoli e News, iscriviti gratuitamente tramite il box in basso.

Antonello Carrino


0 visualizzazioni

© 2017-2019  by   AC / RE Investments & Consulitng      P.iva 13901101009

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now